Fantoni Hide & Hide folder

Gli HIDE, fisso e chiudibile, hanno in comune lo stesso design, con i minimi adattamenti necessari a contenere la meccanica del secondo.
(Foto per gentile concessione di Coltelli)

hide-sketches-2

Le bozze iniziali.

hide-mockups

I mockup in legno usati durante la fase di studio ergonomico.

Fantoni Hide & Hide folder

Da chiuso l'Hide folder ha forme regolari e prive di qualsiasi sporgenza, in modo da essere il più confortevole possibile una volta in tasca.
(Foto per gentile concessione di Coltelli)

Fantoni Hide & Hide folder

La clip è fissata allo spaziatore posteriore con due viti. E' fatta in modo da far sparire completamente il coltello nella tasca.
(Foto per gentile concessione di Coltelli)

Fantoni Hide & Hide folder

Volendo creare un folder ambidestro ed estremamente robusto, preferii ricorrere a un backlock volutamente sovradimensionato, rispetto al solito linerlock.
(Foto per gentile concessione di Coltelli)

Fantoni Hide & Hide folder

Tutti i 40 esemplari della limited edition erano proposti in un cofanetto da collezione. All'interno c'era un fodero in pelle d'alta qualità, che ricorda da vicino quelli dei revolver da difesa personale.
(Foto per gentile concessione di Coltelli)

Fantoni Hide & Hide folder

Cinque delle molte edizioni speciali proposte negli anni da Fantoni. da destra verso sinistra: snake wood, corno di bufalo, corno di cervo, ironwood, legno di cocobolo.
(Foto per gentile concessione di Coltelli)

Basso profilo

Hide nacque con l’idea di creare un piccolo lama fissa che potesse essere una reale alternativa a un chiudibile, per il porto quotidiano.

Molte volte, spessore e peso dei folder sono problemi non meno importanti della lunghezza; inoltre la presenza di un sistema di blocco innalza il peso e aumenta il numero di componenti.
L’Hide fisso, spesso appena otto millimetri, vanta ingombri contenuti, uniti a robustezza e leggerezza di un fisso, impossibili da ottenere su folder di pari ingombro.
Per contenerne la lunghezza massima, il manico non offre appoggio al mignolo, un po’ come accade su molte pistole compatte. Nonostante questo, la maneggevolezza è eccellente, grazie agli incavi per le dita e alla sottile zigrinatura dorsale per il pollice.
L’impugnatura è costituita da due sottili guancette in micarta canvas, che ne migliorano l’impugnabilità  aumentandone il grip. Un ramo di guardia inferiore ben sviluppato evita che dita possano scivolare sul filo, mentre quello superiore, appena accennato, offre un appoggio al pollice lasciandolo libero di posizionarsi più avanti.

Al termine del manico, è presente un foro per un lacciolo, dove si può fissare un lanyard in paracord che faciliti l’estrazione e offra un appiglio al mignolo.
Il codolo sotto le guancette è ampiamente scaricato da una serie di aperture triangolari, in modo da contenere il peso in soli 69 grammi, senza intaccare la robustezza.

Una lama tuttofare

La lama è drop point, capace di adattarsi a una gran varietà  di lavori: l’Hide è ideale sia come EDC che come back-up per impieghi operativi, o come utensile di precisione in ambito venatorio.

Insieme a Fantoni, da sempre all’avanguardia per quanto riguarda acciai e trattamenti termici, scegliemmo di usare il Crucible CPM S30V, che all’epoca non era ancora diffuso in Italia. Grazie al contatto diretto con l’acciaieria, l’azienda maniaghese riuscì a ottenere la ragguardevole durezza di 62 HRC, senza sacrificare la robustezza. Grazie a un processo di affilatura molto curato, le doti di taglio sono eccezionali, anche nella durata. Nel test CATRA è stato ottenuto un valore di ben 700 millimetri.

Quattro millimetri sono uno spessore sostanzioso per un coltello di queste dimensioni, che pertanto risulta estremamente robusto. A contenere il peso ci pensano i biselli principali, alti e concavi, che poco prima della schiena si incontrano con una grintosa controbisellatura, dando origine a una costolatura che irrigidisce la lama.

Un fodero sottilissimo

La prima versione dell’Hide fisso era corredata di un sottilissimo fodero in Kydex: una scelta meno economica rispetto alla pelle o ai filati sintetici, ma necessaria per contenere al massimo gli ingombri e consentire un porto versatile. Per consentire una semplice pulizia, la custodia era realizzata in due metà , unite da viti a testa bombata, facilmente smontabili. La ritenzione del coltello era affidata a due risalti emisferici sovradimensionati, che lo agganciavano nella zona della guardia.

Le dimensioni complessive sono così contenute che il coltello, completo di fodero, trova posto nella tasca anteriore di un paio di jeans.
Trattadosi di un coltello per il porto occulto, il fodero originale era predisposto per il porto al collo, oppure per quello all’interno nel pantalone, sfruttando la clip metallica in dotazione. Una serie di fori consentivano all’utente di poter scegliere altri tipi di fissaggio, usando fascette plastiche, cordini, o passant tipo Tek-lok.

Oggi, l’Hide è commercializzato con un fodero in Kydex ripiegato, realizzato a mano dal bravissimo Gianluca “Obe” Farini, più stretto e corredato all’origine di passante Tek-Lok. In alternativa è disponibile una fondina in cuoio marrone, con passante per il porto in cintura.

Anche chiudibile

In un secondo momento, Fantoni mi chiese di definire una versione chiudbibile dell’Hide.

La cosa non fu semplice: bisognava trovare lo spazio per la meccanica all’interno di un disegno originale estremamente compatto. Inoltre, viste le considerazioni iniziali sulla robustezza, doveva trattarsi di un sistema di blocco decisamente più robusto della norma; per questo scartai il liner lock a favore del back lock.
Nonostante l’aggiunta delle cartelle in acciaio necessarie a supportare la meccanica, il peso dell’Hide chiudibile è di appena 103 grammi. Esistono prodotti più leggeri, ma pochi possono vantare questa solidità : nonostante si tratti di un coltello di dimensioni ridotte, la leva di blocco è spessa ben 3,6 millimetri e l’intera meccanica è sovradimensionata per una lama di 75 millimetri. un robusto spaziatore posteriore che supporta la molla di contrasto.

Dovendo contenere la lama, il manico è un po’ più lungo rispetto a quello del fratello a lama fissa, il che consente di appoggiare anche il mignolo. Per questa ragione gli incavi per le dita sono stati completamente rivisti nel disegno. Anche qui, il pollice appoggia su una zigrinatura dedicata oppure può avanzare lungo il controfilo a seconda del lavoro da svolgere. Come per il fisso, anche nel caso del chiudibile la versione standard ha due sottili guancette in micarta canvas, che offrono un buon grip ed un’impugnatura più confortevole.
La lama si apre spingendo col pollice sul piolo ambidestro a scalini concentrici, e una volta in posizione si blocca con un sonoro “clack”. Per lo sbloccaggio è necessario premere la leva a fondo, in modo da evitare chiusure accidentali.

Per il porto si usa la robusta clip, fissata allo spaziatore posteriore e riposizionabile sul lato opposto. A differenza dalla maggior parte delle clip viste sul mercato, quella dell’Hide è conformata fa sparire completamente il coltello nella tasca, mantenendo intatto lo spirito del progetto originario, che ricercava la massima discrezione. Chi volesse rendere più immediata l’estrazione, non ha che da fissare un lacciolo nell’apposito foro passante.
Come nel caso del fisso, anche l’Hide chiudibile è caratterizzato da ingombri e peso contenuti, che lo rendono perfetto per porto giornaliero, anche in città : da chiuso è piatto e con forme regolari, che favoriscono la comodità  di porto ed evitano impigliamenti. Inoltre, l’intero coltello è ambidestro, dai comandi alla clip.

Tiratura e varianti

Inizialmente, l’Hide fisso venne presentato in una tiratura limitata di 40 esemplari numerati, realizzata in esclusiva per la coltelleria Collini, 20 con lama nera e 20 satinati. Ciascun coltello era contenuto in una confezione da collezione, corredato di guancette di ricambio in ebano.
In seguito uscì la serie normale, con finitura stone washed o con rivestimento PVD nero, e le sole guancette in micarta canvas.
Negli anni Fantoni ha realizzato numerose varianti, sia dell’Hide fisso che della versione chiudibile, con guancette in vari tipi di legno, corno, G10 o carbonio. Alcune avevano biselli piani e spessore ridotto.
Per i Paesi in cui è legale l’apertura a una mano, è stata realizzata un’ apposita versione, priva del piolo ambidestro.

Specifiche

Produttore: Fantoni
Web: www.fantoniknife.com
Modello: Hide – Hide folder
Materiale lama: CPM S30V 61-62 HRC
Materiale manico: Micarta
Lunghezza: 168 mm – 180 mm
Lunghezza lama: 80 mm – 76 mm
Spessore lama: 4 mm – 3,2 mm
Peso: 68 g – 107 g
Sistema di blocco (solo folder): back lock
Fodero (solo fisso): Kydex o pelle

CPM S30V Data sheets http://www.crucible.com/PDFs/DataSheets2010/dsS30Vv1%202010.pdf

Recensioni

Bladereviews

The Edge Observer